Home AmbientiFiera e Eventi Canon per Segni

Canon per Segni

di Style Different

Canon è Digital Imaging Partner della mostra Segni, un progetto fotografico, didattico e di comunicazione per testimoniare e sensibilizzare – attraverso immagini intime e potenti – sul tema drammaticamente attuale della violenza contro le donne, conclusasi lo scorso 13 marzo a Palazzo Braschi (Roma).
Articolata in 33 “quadri fotografici”, che comprendono 42 scatti delle artiste fotografe Simona Ghizzoni e Ilaria Magliocchetti Lombi, la mostra trasforma, con uno sguardo intimo e professionale, le testimonianze di alcune donne vittime di violenze domestiche in percorsi di immagini e testo che raccontano momenti di vita quotidiana comprensibili a tutti.
Da sempre parte attiva nel testimoniare e sensibilizzare sul tema della violenza di genere, Canon ha messo a disposizione le sue innovative tecnologie di stampa digitale per la realizzazione di 80 pannelli fotografici: percorsi fotografici che, con un linguaggio visivo dalla forte intensità emotiva, sottolineano l’urgenza di far conoscere, comprendere decodificare nel quotidiano gli indizi di comportamenti violenti. La stampa di tutti i pannelli fotografici esposti è stata effettuata grazie a Canon imagePROGRAF PRO-6000, soluzione grande formato dall’eccezionale resa cromatica e qualità di stampa.
“Sostenere questo straordinario progetto espositivo è per Canon una nuova occasione per dimostrare il proprio impegno a sostegno della lotta contro ogni forma di violenza di genere, un tema tristemente noto in Italia su cui occorre tenere altissima l’attenzione. Crediamo che le immagini rappresentino uno strumento di divulgazione e sensibilizzazione importante non solo su questo tema. Si tratta di strumenti unici che possono offrire una testimonianza forte di un fenomeno sociale che è molto più comune di quanto si possa pensare”, ha dichiarato Paolo Tedeschi, Head of Communications, Corporate Marketing and Sustainability di Canon Italia.
Il progetto Segni è già stato ospitato dall’ICS Margherita di Navarra a Monreale e dal Liceo Scientifico Statale Galileo Galilei di Palermo e nei prossimi mesi coinvolgerà anche altre scuole sul territorio nazionale, con l’obiettivo di guidare i più giovani e aiutarli a trovare gli strumenti concreti, culturali ed educativi, per contrastare il fenomeno della violenza contro le donne, rendendoli protagonisti e attori del cambiamento.
canon.it

Potrebbero interessarti

Questo sito usa i cookies per migliorare la tua esperienza sul sito. Ma puoi disattivarli se vuoi Accetta Maggiori Info