Home News Blog La rivoluzione verde: Come le microfabbriche possono cambiare il volto della moda di Mark Sollman, Product Manager EMEA, Mimaki Europe

La rivoluzione verde: Come le microfabbriche possono cambiare il volto della moda di Mark Sollman, Product Manager EMEA, Mimaki Europe

di Style Different

A Fespa dell’anno scorso ha visto Mimaki collaborare con la stilista Carolina Guzman per dare vita ai suoi disegni in tempo reale durante la fiera, allestendo la propria microfabbrica funzionante in loco per portare i suoi disegni dallo schermo all’abito in un solo giorno. I disegni di Guzman sono stati creati utilizzando la stampante a sublimazione Mimaki TS100-1600, prima di essere trasferiti su tessuto, tagliati digitalmente e infine assemblati. Con una serie di obiettivi etici e ambientali, la microfabbrica ha utilizzato esclusivamente il tessuto ecologico Greentex, e il materiale rimanente è stato donato a Sheltersuit: un cappotto antivento e impermeabile che può essere trasformato in un sacco a pelo, che viene fornito gratuitamente ai senzatetto e ai rifugiati. Grazie alla collaborazione con una serie di partner strategici – tra cui l’esperto di stampa transfer Klieverik, lo specialista in soluzioni di carta Neenah Coldenhove e il fornitore di attrezzature per il taglio digitale Summa – Mimaki è stata in grado di produrre una collezione di capi unici e di alta qualità dal vivo sullo stand durante la fiera, dimostrando ai visitatori di oltre 100 paesi alcune delle ragioni chiave per cui le microfabbriche sembrano destinate a cambiare il futuro della moda…
Laddove tradizionalmente la produzione di abbigliamento si è incentrata su un modello di catena di produzione che prevedeva l’approvvigionamento di materiali e la produzione di capi all’ingrosso, le microfabbriche consentono ora una produzione su richiesta e in loco, rendendo possibile la creazione di qualsiasi cosa, da pezzi unici e campioni a intere linee di prodotti, il tutto a velocità senza precedenti. Questo significa maggiore flessibilità e personalizzazione, permettendo ai designer di modificare o aggiornare i design e rispondere alle tendenze del mercato nel momento in cui si presentano.
La configurazione della microfabbrica porta la produzione in casa e su richiesta, riducendo al minimo il costo non solo dello stoccaggio delle scorte, ma anche della spedizione e dello smaltimento responsabile degli articoli invenduti. Laddove i recenti eventi geopolitici hanno evidenziato la fragilità delle catene di fornitura globali, le microfabbriche offrono un’indipendenza unica da questi sistemi, consentendo ai produttori di abbigliamento di rendere le loro attività a prova di futuro, diventando meno dipendenti da sistemi e fornitori esterni e riducendo il rischio di interruzioni.

bompan.it

Potrebbero interessarti

Questo sito usa i cookies per migliorare la tua esperienza sul sito. Ma puoi disattivarli se vuoi Accetta Maggiori Info