Home News Blog Evoluzione del Car-Wrapping

Evoluzione del Car-Wrapping

di Style Different

Al giorno d’oggi ci sono una serie di inchiostri diversi in offerta, quando inizialmente il solvente era l’unica opzione possibile. Gli inchiostri UV originariamente si rompevano nelle aree incassate, ma i nuovi sviluppi hanno fatto sì che ora possano sopportare l’allungamento eccessivo e le aree incassate estreme, senza sacrificare il colore costante. Questi inchiostri, come l’LUS170 o l’LUS200 di Mimaki, si asciugano istantaneamente, consentendo un tempo rapido dalla stampa alla laminazione senza la necessità di un tempo di gassificazione. A differenza degli inchiostri a solvente, gli UV creano una leggera texture sulla pellicola, che può essere rimossa se si desidera.Certamente, per una grande flotta o per quando il lavoro deve essere fatto rapidamente, l’UV o il lattice sono le scelte migliori. Ma le forme 3D estreme, cioè paraurti, specchi e altre aree incassate, possono essere meglio servite dagli inchiostri eco-solvent o LUS200 di Mimaki. Ci sono anche molte opzioni tra cui scegliere quando si tratta di pellicole, le tre principali sono cast, poly e mono. Il cast è rimasto la scelta più popolare per il car-wrapping, rinomato per una finitura di alta qualità, ma il polimero è diventato più comune, con le sue qualità più conformabili.

mimaki.com/

Potrebbero interessarti

Questo sito usa i cookies per migliorare la tua esperienza sul sito. Ma puoi disattivarli se vuoi Accetta Maggiori Info