Home News Blog L’architettura tessile di ABS Group per la mostra sul sisma di Amatrice

L’architettura tessile di ABS Group per la mostra sul sisma di Amatrice

di Redazione

Una grande scatola nera in alluminio e tessuto, suddivisa in diversi ambienti e percorsi: si presentava così l’allestimento della mostra “Rinascite. Opere d’arte salvate dal sisma di Amatrice e Accumoli”, curata da Electa Mondadori ed è stata ospitata al Museo delle Terme di Diocleziano di Roma fino all’11 febbraio. L’allestimento monocromo e “total black” scandiva il percorso, valorizzava gli oggetti esposti e ha contribuito a creare un ambiente suggestivo ed intimo, che rendeva la visita alla mostra coinvolgente e carica di pathos.
Il progetto allestito, ideato da Stefano Boeri Architetti, è stato realizzato da ABS Group utilizzando unicamente strutture autoportanti in architettura tessile. In tal modo è stato possibile creare, all’interno di uno spazio esistente, un nuovo ambiente totalmente “neutro” per l’esposizione delle numerose opere recuperate tra le macerie di Amatrice e Accumoli. La mostra era una raccolta di dipinti, sculture e suppellettili liturgiche provenienti da chiese, santuari e monasteri dei due Comuni reatini e delle loro frazioni, posti in dialogo con 21 fotografie scattate negli ultimi mesi da Paolo Rosselli. Un mix di testimonianze, a cavallo tra passato e presente, per raccontare la storia di un territorio e degli effetti ancora visibili del sisma che l’ha colpito.

absgroupsrl.it

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Questo sito usa i cookies per migliorare la tua esperienza sul sito. Ma puoi disattivarli se vuoi Accetta Maggiori Info