Home News Blog NUSSLI Italia avvia al riuso materiali e arredi del padiglione Kuwait

NUSSLI Italia avvia al riuso materiali e arredi del padiglione Kuwait

di Redazione

È un dismantling sostenibile e ispirato al riuso quello che NUSSLI sta realizzando con il padiglione del Kuwait a Expo Milano. Molti dei materiali e dei componenti che per sei mesi hanno composto il padiglione dello Stato mediorientale all’Esposizione Universale non finiranno la loro vita ma verranno donati a comuni e associazioni che li riutilizzeranno per scopi nuovi e virtuosi. NUSSLI, in partnership con il Kuwait, ha voluto realizzare uno smantellamento rispettoso del contesto ambientale e sociale, favorendo le possibili occasioni di recupero e riuso. I pesci che animavano la grande vasca dell’acquario sono già stati trasferiti nei mesi scorsi all’Acquario di Genova, mentre le divise delle hostess sono state donate alla cooperativa Arc en Ciel di Torino. Dalle operazioni di smontaggio è arrivato anche un regalo per i bambini torinesi, NUSSLI ha infatti destinato all’Amministrazione del capoluogo piemontese gli arredi del ristorante del padiglione, sedie e tavolini, che sono stati consegnati alla ludoteca “Il Paguro”. Il gioco “pearl divers” è stato invece donato alla Fondazione Triulza che realizzerà il museo dedicato a Expo 2015. Tra i progetti ancora sotto esame, anche la possibilità di riutilizzare, le “vele” antistanti l’ingresso che simboleggiavano le caratteristiche imbarcazioni kuwaitiane, sicuramente l’elemento distintivo del padiglione progettato dall’architetto Italo Rota. Il Gruppo NUSSLI è inoltre impegnato nello smantellamento dei padiglioni dell’Iran, della Germania e della Svizzera dove le operazioni sono in fase avanzata, mentre è stato completato il dismantling degli interni del padiglione Vanke.

nussli.it

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Questo sito usa i cookies per migliorare la tua esperienza sul sito. Ma puoi disattivarli se vuoi Accetta Maggiori Info